LAIKA ACCOMPAGNA IL CICLISTA E TRAILER NICO VALSESIA IN UN?ALTRA IMPRESA STORICA

Un fiammante Laika Ecovip 310 sarà il compagno di viaggio del ciclista e trailer Nico Valsesia che partirà il prossimo 7 giugno con il proprio team verso il suo prossimo progetto della serie “From Zero To”.
 
La scelta di Nico, questa volta, è caduta su un obiettivo estremamente particolare e sfidante: il monte Elbrus; questa montagna (la cui cima raggiunge i 5642 metri slm) è la vetta più alta della Russia ed è considerata (secondo la scuola che pone i confini continentali in corrispondenza della catena del Caucaso) la vetta più alta d’Europa: per questo motivo il mondo alpinistico internazionale inserisce l'Elbrus tra le "Seven Summits", le sette vette più alte di ciascun continente.
 
Il percorso prevede la partenza dalle vicinanze di Sochi, sulle rive del Mar Nero, con una pedalata di circa 650 km fino ad Azau, a 2600 metri di quota. Da qui inizierà il percorso a piedi, con adeguata attrezzatura, fino alla cima della montagna, a oltre 5600 metri di quota. L’obiettivo è quello di effettuare la prestazione in un tempo intorno alle 35 ore complessive.
 
Il tentativo di record sarà preceduto da una fase di avvicinamento via terra lungo l’itinerario Milano-Sochi, nel corso della quale il team viaggerà  su una Subaru Forester e a bordo dell’Ecovip 310, scelto da Nico Valsesia per la forte affidabilità dei veicoli Laika e per il comfort a cinque stelle di questo veicolo.
 
L’ampio garage, con maxi portelloni su entrambi i lati e piano di carico ribassato, permetterà a Nico di poter stivare, oltre alle due bici, tutto il materiale per questa nuova e emozionante impresa e la spaziosa zona notte con letto XL da 1,5 mt di larghezza con materasso in Biolatex e doghe, renderà i momenti di riposo davvero unici.  Il grande soggiorno da 1,5 metri di profondità può ospitare fino a 6 persone e sarà utilizzato da Nico come ufficio mobile.
 
Il viaggio attraverserà Grecia, Turchia e Georgia, per un totale di oltre 4000 km da percorrere in una decina di giorni: un lungo percorso attraverso paesi dal ricchissimo patrimonio culturale, storico e paesaggistico. Il viaggio costituirà inoltre una “palestra itinerante” per Nico. È infatti previsto che, a seconda delle caratteristiche del territorio in cui ci si trova, per alcune ore al giorno Nico si sposti in bicicletta o di corsa, così da affinare la sua preparazione “on the road”.
 
Dopo la partenza il 7 giugno, il calendario prevede l’arrivo in Russia ad Azau, alle falde dell’Elbrus, il giorno 22/6. Da qui sono previste alcune giornate per acclimatarsi alle alte quote e poi, a partire dal 23 giugno, si aprirà la “finestra” di attesa delle condizioni meteo migliori per effettuare il tentativo di record.
 
La spedizione di Nico Valsesia potrà essere seguita attraverso la pagina facebook di Laika, sul  blog di Nico www.nicovalsesia.com/blog e sui canali social facebook (www.facebook.com/nico.valsesia), twitter (@TheNicoValsesia) e instagram (@nicovalsesia)
 
 
CHI È NICO VALSESIA - IL PROGETTO FROM ZERO TO
 
Nato nel 1971, Nico Valsesia vive a Borgomanero (NO) dove gestisce un negozio di ciclismo. Maestro di sci, runner, trailer, ciclista, ideatore e organizzatore di gare, fedele al motto “La fatica non esiste”: Nico ha collezionato nel corso degli anni una lunga serie di imprese estreme di tutti i tipi, tra cui 5 partecipazioni alla RAAM – Race Across America (gara ciclistica no-stop da Oceanside - California ad Annapolis - Maryland per un totale di 4.800 km e 40.000 metri di dislivello positivo, considerata una delle più dure gare endurance al mondo) con un secondo e un terzo posto, la traversata no stop a piedi dell’altopiano boliviano Salar de Uyuni (3600 mt slm), il record di ascesa del vulcano più alto del pianeta Ojos del Salado in Cile (campo base Atacama 5.200m - vetta 6.900m in 3 h 35’).
Dall’unione delle due principali passioni di Nico, quella per il ciclismo e quella per l’ultratrail, sono nate una serie di imprese confluite nel progetto generale “From Zero To”: l’ascesa no-stop dal livello del mare fino alla cima delle più significative vette d’Italia e del resto del mondo, che lo hanno portato fino ad ora a mettere la sua firma su:
• Genova-Monte Bianco: record del mondo bike + run (da 0 a 4810 metri, 316 km) in 16h 35’, 2013.
• Aconcagua 7000: record del mondo bike + run sul percorso Vina del Mar - Aconcagua (massimo dislivello positivo al mondo, da 0 a 6963 metri, 240 km) in 22h 41’, 2015
 


Attenzione

CHIUDI

Recupera Password

Inserisci il tuo indirizzo email e richiedi una nuova password

INVIA