Inizializzazione in corso

16 Agosto 2015

LA VIDA LAIKA 8 GIORNO, PLAYA DE LOS MUERTOS

Stiamo diventando sempre più efficienti nel preparare il nostro (ce lo sentiamo nostro il camper perchè ci attende in ogni nostra tappa e ci accoglie come una vera casa) Ecovip 712 per la partenza. Giusto 9”58, quanto Usain Bolt nei 100 metri. Ripartiamo per andare a vedere una delle spiaggie più belle della zona “la Playa del los Muertos”. Capiamo il perché del nome della playa camminando per un sentiero sassoso sotto il sole cocente per una ventina di minuti, parafrasando uno spagnolo che avevamo vicino: nos llegamos a la playa ya muertos. Capisco la simpatica polemica spagnola, perché usano andare in spiaggia armati di sedie, frigo ed altri accessori. Che sudata che hanno fatto.

La playa de los muertos è una meraviglia fatta di piccolissimi sassolini e di un acqua cristallina piena di banchi di pesci che ti girano attorno. Si nota il contrasto tra la scogliera da un lato ed una fabbrica di cemento dall’altro. La domanda nasce spontanea. Chi avrà dato il permesso di costruire questo colosso di cemento in un posto così bello?

Obiettivo Tarifa, ma senza successo. È tardi e dobbiamo fermarci a metà strada, i campeggi sono già chiusi e decidiamo di campeggiare in un parcheggio davanti alla spiaggia del “Los Alamos” a Torremolinos.

Primo nostro campeggio selvaggio. Dopo aver ascoltato storie di camperisti derubati durante la notte facciamo fatica a prendere sonn…..zzzzzzzhhhhhhh. Neanche una bomba ci avrebbe svegliato. !!!!

.

Attenzione

CHIUDI

Recupera Password

Inserisci il tuo indirizzo email e richiedi una nuova password

INVIA